Installazione delle pergole bioclimatiche: vincoli e limiti

pergole bioclimatiche

Quali sono le regole da seguire e i vincoli da tenere in considerazione per installare una pergola bioclimatica in condominio?

Le pergole bioclimatiche non solo altro che l’evoluzione delle pergole tradizionali fisse e, a differenza di queste ultime, le pergole bioclimatiche sono composte da lamelle di alluminio orientabili a mano o per mezzo di un telecomando e la loro funzione è quella di dare la possibilità di scegliere l’angolazione desiderata in modo che possano schermare efficacemente lo spazio esterno dai raggi solari, dal vento o dalla pioggia.

Alcune di queste pergole permettono anche l’installazione di tende laterali le quali consentono di “isolare” completamente lo spazio sottostante, proteggendolo dalle condizioni climatiche avverse e permettendo all’ambiente di mantenere la temperatura all’interno sempre costante.

Per quanto concerne l’installazione di una pergo-tenda, il Consiglio di Stato (sentenza 1777/2014) ha stabilito che si tratta di

una struttura leggera e amovibile, caratterizzata da elementi in metallo o in legno di esigua sezione, coperta da telo anche retrattile, stuoie in canna o bambù o materiale in pellicola trasparente, priva di opere murarie e di pareti chiuse di qualsiasi genere, costituita da elementi leggeri, assemblati tra loro, tali da rendere possibile la loro rimozione previo smontaggio e non demolizione.

Si desume chiaramente che, in questo caso, trattandosi di un’opera “precaria” rientra nell’edilizia libera, pertanto non sono necessari permessi per l’installazione.

È però necessario sottolineare che nel caso specifico delle pergole bioclimatiche, a volte la loro struttura ha un certo peso e una certa dimensione, pertanto, per installarla all’interno di un condominio, è importante informarsi su eventuali limiti o divieti che possono essere previsti sia dal regolamento condominiale, che da ordinanze regionali o comunali.

Il regolamento condominiale di natura contrattuale, quindi redatto dal costruttore e accettato e approvato all’unanimità da tutti i proprietari, può imporre limiti o divieti sia di godimento che di destinazione delle proprietà esclusive dei condòmini, perciò spesso vengono elencate all’interno di esso tutte le attività vietate e di conseguenza tutti i condòmini hanno l’obbligo di attenersi a quanto regolamentato. Alcune volte, comunque, i limiti e i divieti possono essere inseriti anche nel regolamento di natura assembleare, purché deliberato all’unanimità. Proprio per questo motivo, prima di installare una pergola bioclimatica, è bene assicurarsi di quanto appena detto.

L’ulteriore ostacolo per l’installazione di una pergola bioclimatica può riscontrarsi in quello che viene definito il decoro architettonico. Come normato dall’art.1122 del codice civile “Opere su parti di proprietà o uso individuale”:

Nell’unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all’uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all’uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino un pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell’edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all’amministratore che ne riferisce all’assemblea.

In tal caso è quindi opportuno assicurarsi che non vengano violate le regole che costituiscono il decoro architettonico.

L’altro possibile limite da tenere in considerazione è quello relativo a norme comunali e regionali, in materia urbanistico-edilizia, le quali possono stabilire regole specifiche sia per quanto concerne la dimensione di un’eventuale opera e sia per quanto riguarda la zona in cui si trova l’immobile, pensiamo ad esempio ai limiti posti nella maggior parte dei centri storici e ai permessi da ottenere prima di iniziare i lavori per alcune tipologie di interventi.

Una volta essersi accertati dei vari limiti elencati nei vari ambiti appena citati, sarà possibile valutare la possibilità di usufruire dei benefici ottenuti installando una pergola bioclimatica nel proprio spazio esterno condominiale.