Fascicolo del fabbricato, le nuove proposte del Governo

Adottare un programma di verifiche e di controlli per conoscere le caratteristiche delle unità immobiliari dalle finiture, alla struttura, agli impianti. Si chiama Fascicolo del Fabbricato ed è una sorta di memoria storica degli edifici.

Lo scorso 18 febbraio alla presentazione della ‘Mappa del rischio dei Comuni italiani’, il Sottosegretario con delega alla ricostruzione post terremoto, Vito Crimi è ritornato a parlarne. Crimi ha proposto quindi una specie di ‘nuovo fascicolo del fabbricato’ che, a differenza delle ipotesi precedenti, che intendevano realizzarlo obbligando i proprietari ad affidarsi ad un professionista abilitato a proprie spese, dovrebbe essere realizzato dal lavoro congiunto dei vari enti come il Comune, il catasto e il Genio Civile. Per ora esiste comunque la “Mappa dei rischi dei comuni italiani”, realizzata dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio ‘Casa Italia’.

Si tratta di una piattaforma che fornisce informazioni sui rischi naturali sismico e idrogeologico di ogni comune, grazie all’integrazione delle diverse mappe di rischio. In questo modo è più semplice delineare un quadro dei potenziali pericoli per la sicurezza dei cittadini e lavorare sulla prevenzione del rischio.

In generale restano comunque perplessi i proprietari degli immobili spaventati dal fatto che il fascicolo del fabbricato possa trasformarsi nell’ennesimo carico burocratico e fiscale a loro carico. In realtà per gli immobili costruiti prima del 1970 è prioritario un programma di controlli e verifiche. Gran parte degli edifici esistenti non è dotato di certificato di agibilità, spesso la manutenzione è carente e le eventuali situazioni di pericolo per l’edificio in sé potrebbe riguardare anche quelli adiacenti.

Rimani aggiornato sulle ultime disposizioni sul fascicolo del fabbricato, applicazioni normative, e responsabilità dell’amministratore di condominio, con particolare attenzione al art. 1117/ter. c.c. con il nostro nuovo corso di aggiornamento online! Il corso rilascia l’attestato valido ai fini di legge e certifica il conferimento di n° 2 crediti formativi. L’Attestato viene fornito come file PDF che può essere direttamente salvato e stampato dall’allievo.

Per maggiori informazioni clicca sul banner qui in basso!

testata-corso-fascicolo-fabbricato