CONDOMINIO: INFORTUNI IN ASCENSORE

infortuni in ascensore

All’interno dei condomini l’utilizzo di un ascensore, talvolta, può purtroppo rivelarsi insidioso. Nel caso di un incidente in ascensore, chi deve risarcire gli eventuali danni?

Non è così rara l’ipotesi che all’interno dei condomini possano verificarsi infortuni in ascensore. Difatti si pensa spesso alle responsabilità del condominio in merito ad altre tipologie di problemi o danni, ma poco spesso si pensa alle conseguenze di un ascensore malfunzionante.

A questo proposito è importante fare un po’ di chiarezza attraverso alcune situazioni tipiche per capire quali sono le norme che regolano la materia di ascensore condominiale in termini di responsabilità, danni e richieste di risarcimento.

Una delle situazioni più diffuse riguarda il blocco dell’ascensore. Infatti, visto che il condominio ha una responsabilità oggettiva per tutte le cose sottoposte alla sua custodia, anche nel caso in cui l’ascensore si blocchi il condominio è perciò ritenuto responsabile. Il malcapitato condomino rimasto bloccato in ascensore, potrà richiedere un risarcimento danni solo se riesce a dimostrare i danni subiti concretamente.

Di contro, invece, se il condominio dovesse essere chiamato in causa dal condomino danneggiato, dovrà dimostrare o che il blocco dell’ascensore è stato dovuto a caso fortuito (ad esempio lo sbalzi di corrente, eventi atmosferici) contro cui non sono possibili misure preventive di sicurezza, oppure dovrà dimostrare l’uso improprio dell’ascensore fatto dal condomino danneggiato o, in terza ed ultima ipotesi, potrà chiamare in causa la ditta di manutenzione per essere garantito da questa e scaricare ad essa l’obbligo di pagamento.

Nella situazione appena descritta, tuttavia, c’è un aspetto che va sottolineato e che riguarda la responsabilità dell’amministratore condominiale: nel caso in cui egli avesse avuto un atteggiamento negligente e superficiale e non avesse pagato la ditta di manutenzione lasciando l’impianto non a norma, l’assemblea potrà rivalersi sull’amministratore per chiedere un risarcimento o per la revoca immediata del suo incarico.

Un’altra delle situazioni tipiche che può verificarsi con l’utilizzo dell’ascensore condominiale è quella legata alla problematica di un dislivello dovuto ad un malfunzionamento dell’impianto. In questo caso la responsabilità del condominio sussiste solo se il dislivello non è percepibile e quindi non sia stata fatta precedentemente alcuna segnalazione in merito.

Nel caso in cui, invece, il dislivello fosse ben visibile e fosse dovuto al malfunzionamento dell’impianto, è necessario verificare innanzitutto se erano già state fatte precedentemente segnalazioni di guasto dell’ascensore da parte del condominio.

Ad ogni modo, anche per ciò che riguarda l’ultima casistica appena descritta, la responsabilità del condominio non può venire del tutto meno, poiché l’ascensore rientra nella sfera di responsabilità e controllo dell’amministratore dello stabile che, quindi, ha l’obbligo di intervenire in modo immediato per evitare potenziali situazioni di rischio.