Legale

Fallimento del condòmino e recupero delle spese condominiali

Qual è la procedura che l’amministratore di condominio deve seguire nel caso del fallimento di un condòmino? E come funziona il recupero delle spese condominiali? Approfondiamo di seguito l’argomento. Trattando la tematica del fallimento in ambito condominiale, il primo punto da chiarire è che il condominio di per sé, non essendo un soggetto dotato di personalità giuridica, non può fallire, ma può essere coinvolto in una procedura di fallimento nel caso in cui uno o più condòmini falliscano. A tal proposito è corretto parlare di fallimento del condòmino. Nel caso appena descritto, l’amministratore di condominio dovrà relazionarsi non più direttamente con il condòmino coinvolto, bensì con un nuovo soggetto individuato nel curatore del fallimento e dovrà adoperarsi per individuare la corretta procedura per il recupero delle spese condominiali anteriori e successive alla dichiarazione di fallimento. Difatti, frequentemente la dichiarazione di fallimento viene preceduta da una situazione di morosità che coinvolge il condòmino fallito, pertanto l’amministratore di condominio dovrà sottoscrivere e presentare la domanda di insinuazione [...] Leggi Tutto...

Lavori di ristrutturazione e accesso al fondo del vicino

Quali sono le situazioni in cui è consentito l’accesso al fondo altrui? Qual è la normativa di riferimento e quali sono i limiti posti dalla stessa? Approfondiamo di seguito la tematica. A causa di interventi di manutenzione alla facciata di uno stabile o interventi di ristrutturazione di un immobile, può accadere che l’amministratore di condominio, così come un proprietario di un fondo, si trovi nella situazione di dover richiedere l’accesso alla proprietà confinante per l’installazione di ponteggi ed impalcature. A tal proposito, la normativa di riferimento è quella che disciplina l’accesso al fondo del vicino contenuta nell’art. 843 del codice civile, il quale recita: Il proprietario deve permettere l'accesso e il passaggio nel suo fondo, sempre che ne venga riconosciuta la necessità, al fine di costruire o riparare un muro o altra opera propria del vicino oppure comune. Se l'accesso cagiona danno, è dovuta un'adeguata indennità.   Si desume, quindi, che viene consentito il diritto di accesso e passaggio al fondo confinante per ciò che [...] Leggi Tutto...

Regolamentazione delle parti comuni del condominio e passaggio di consegna

Italia Didacta vi propone un momento di approfondimento dedicato, in particolare a due tematiche: la prima è relativa al tema delle normative che regolano l’utilizzo delle parti comuni all’interno di un edificio condominiale, mentre la seconda riguarda il passaggio di consegna tra l’amministratore uscente e quello entrante. L’Avv. Giusy Longo, docente formatore di Italia Didacta, argomenterà ed approfondirà gli argomenti citati durante il corso di aggiornamento in webinar, organizzato da Italia Didacta e mirato al raggiungimento dei 15 crediti formativi validi per l’anno 2020, obbligatori per la formazione professionale continua. Il corso terminerà il 21 luglio. Il Corso di Aggiornamento Webinar si terrà dal 1° al 21 Luglio 2020. Per poter partecipare ai prossimi Corsi di Aggiornamento, iscriviti alla nostra newsletter! Gli ultimi articoli pubblicati Videocitofono in condominio: installazione, sostituzione e ripartizione delle spese Italia Didacta: in partenza il corso di aggiornamento in Webinar per acquisire i 15 crediti formativi obbligatori Qual è il ruolo dell’amministratore nell’assunzione del portiere condominiale? Fallimento del condòmino e recupero delle spese condominiali Tetto [...] Leggi Tutto...

Il contenzioso legale e la sanificazione in ambito condominiale

Italia Didacta offre un momento di approfondimento su due tematiche molto rilevanti che riguardano l’Amministratore di condominio, ovvero il contenzioso legale in materia condominiale e la sanificazione delle parti comuni del condominio. Ad affrontare ed approfondire gli argomenti l’Avv. Alessia Laterza, specializzata nelle controversie condominiali e docente formatore di Italia Didacta. I temi trattati durante questa video intervista verranno ampiamente approfonditi durante il Corso di Aggiornamento in Webinar che si terrà dal 1° al 21 luglio organizzato da Italia Didacta e mirato al raggiungimento dei 15 crediti formativi validi per l’anno 2020, obbligatori per la formazione professionale continua. Per maggiori informazioni sul Corso di Aggiornamento in modalità Webinar clicca QUI. Ultimi articoli pubblicati Videocitofono in condominio: installazione, sostituzione e ripartizione delle spese Italia Didacta: in partenza il corso di aggiornamento in Webinar per acquisire i 15 crediti formativi obbligatori Qual è il ruolo dell’amministratore nell’assunzione del portiere condominiale? Fallimento del condòmino e recupero delle spese condominiali Tetto Verde: tipologie e vantaggi Lavori di ristrutturazione e accesso [...] Leggi Tutto...

Al via nuovo corso di aggiornamento sul contenzioso legale in ambito condominiale

Il diritto condominiale è una materia in continua evoluzione normativa e piuttosto delicata per le tante implicazioni che comporta in altri settori del diritto e per la diffusione capillare sul territorio nazionale dei diversi casi pratici, che assumono spesso contorni di notevole peculiarità. Per questo, il presente corso in materia di contenzioso legale in materia condominiale vuole dare pillole di concetti teorici uniti agli strumenti necessari per la risoluzione delle principali casistiche di controversie in materia di condominio. Fornisce, altresì, gli strumenti necessari all’amministratore, oltre a facsimile, necessari per l’amministratore, per fronteggiare comuni problematiche quali l’obbligatorietà o meno dell’istituto della mediazione, la difficoltà nel passaggio di consegne della documentazione condominiale, l’impugnativa di delibere assembleari o la redazione di un regolamento condominiale. Il corso è tenuto dall’Avv. Alessia Laterza ed è suddiviso in due video-lezioni: La prima video-lezione affronterà: la rappresentanza sostanziale e processuale dell’amministratore; la legittimazione attiva e passiva dell’amministratore; il singolo condomino e le liti inerenti le cose comuni; le controversie condominiali e la competenza; la nomina dell’amministratore giudiziario [...] Leggi Tutto...

GDPR e condominio, obblighi e regole per gli amministratori

Il nuovo GDPR, entrato in vigore a maggio di quest’anno, ha modificato alcune regole in materia di trattamento dei dati personali. Per quanto riguarda la gestione di un condominio le operazioni di “trattamento” dei dati personali si realizzano con: l’elaborazione dell’elenco condomini, la predisposizione della tabella millesimale, la redazione del verbale dell’assemblea contenente i nomi dei condomini presenti personalmente o per delega. Queste operazioni sono da ritenersi lecite e legittime perché riferite a informazioni pertinenti e non eccedenti le finalità da perseguire con il trattamento stesso. I divieti scattano invece nel momento in cui vengono riportati nell’elenco dei condomini in formato cartaceo o elettronico, accanto ai nomi dei condomini (o dei conduttori) annotazioni personali. Il condominio è obbligato inoltre alla tenuta del registro delle attività di trattamento quando tratta categorie ‘particolari’. Tra queste si considerano tali quelle inerenti dati sanitari di chi abbia subito un danno all’interno del condominio o chi richieda una convocazione assembleare relativa al superamento delle barriere architettoniche nell’edificio di residenza. Il […]

Leggi Tutto...