Legale

Al via nuovo corso di aggiornamento sul contenzioso legale in ambito condominiale

Il diritto condominiale è una materia in continua evoluzione normativa e piuttosto delicata per le tante implicazioni che comporta in altri settori del diritto e per la diffusione capillare sul territorio nazionale dei diversi casi pratici, che assumono spesso contorni di notevole peculiarità. Per questo, il presente corso in materia di contenzioso legale in materia condominiale vuole dare pillole di concetti teorici uniti agli strumenti necessari per la risoluzione delle principali casistiche di controversie in materia di condominio. Fornisce, altresì, gli strumenti necessari all’amministratore, oltre a facsimile, necessari per l’amministratore, per fronteggiare comuni problematiche quali l’obbligatorietà o meno dell’istituto della mediazione, la difficoltà nel passaggio di consegne della documentazione condominiale, l’impugnativa di delibere assembleari o la redazione di un regolamento condominiale. Il corso è tenuto dall’Avv. Alessia Laterza ed è suddiviso in due video-lezioni: La prima video-lezione affronterà: la rappresentanza sostanziale e processuale dell’amministratore; la legittimazione attiva e passiva dell’amministratore; il singolo condomino e le liti inerenti le cose comuni; le controversie condominiali e la competenza; la nomina dell’amministratore giudiziario […]

Leggi Tutto...

GDPR e condominio, obblighi e regole per gli amministratori

Il nuovo GDPR, entrato in vigore a maggio di quest’anno, ha modificato alcune regole in materia di trattamento dei dati personali. Per quanto riguarda la gestione di un condominio le operazioni di “trattamento” dei dati personali si realizzano con: l’elaborazione dell’elenco condomini, la predisposizione della tabella millesimale, la redazione del verbale dell’assemblea contenente i nomi dei condomini presenti personalmente o per delega. Queste operazioni sono da ritenersi lecite e legittime perché riferite a informazioni pertinenti e non eccedenti le finalità da perseguire con il trattamento stesso. I divieti scattano invece nel momento in cui vengono riportati nell’elenco dei condomini in formato cartaceo o elettronico, accanto ai nomi dei condomini (o dei conduttori) annotazioni personali. Il condominio è obbligato inoltre alla tenuta del registro delle attività di trattamento quando tratta categorie ‘particolari’. Tra queste si considerano tali quelle inerenti dati sanitari di chi abbia subito un danno all’interno del condominio o chi richieda una convocazione assembleare relativa al superamento delle barriere architettoniche nell’edificio di residenza. Il […]

Leggi Tutto...