Fiscale

Ecobonus nel condominio 2019, ecco come ottenere la detrazione

Con la Legge di Bilancio 2019, pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 31 Dicembre 2018, è stata prorogato l’Ecobonus, agevolazione che permette la detrazione dall’Irpef o dall’ Ires per lavori finalizzati ad una riqualificazione energetica degli edifici. Per quanto riguarda il condominio quali interventi rientrano nella detrazione? L’Agenzia delle Entrate riferisce che Gli interventi ammessi all’agevolazione fiscale sono: riqualificazione energetica di edifici esistenti volti a conseguire un risparmio del fabbisogno di energia primaria interventi sull’involucro degli edifici installazione di pannelli solari sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Provvedimenti successivi hanno esteso l’agevolazione ad altri interventi: acquisto e posa in opera delle schermature solari acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda e di climatizzazione delle unità abitative acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti sostituzione […]

Leggi Tutto...

Fatturazione elettronica obbligatoria, tutto quello che c’è da sapere

E’ entrata in vigore a partire dal 1° gennaio così come stabilito dalla Legge n. 205 del 27 dicembre 2017, l’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato. Anziché in formato cartaceo la nuova fattura è oggi in formato XML e la sua trasmissione avviene unicamente attraverso il Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate chiamato SdI. Il documento elettronico contiene tutti gli elementi necessari, ex art. 21-bis del d.P.R. n. 633/72, eventualmente integrati da altre informazioni per l’invio. In questo modo lo Stato italiano intende aumentare la capacità di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA, nonché di incentivare l’adempimento spontaneo. Da gennaio quindi tutti i contribuenti, soggetti passivi IVA devono emettere fatture elettroniche B2B (business to business) utilizzando una piattaforma digitale dotata degli stessi requisiti legali previsti per creare, gestire, sottoscrivere e conservare le fatture in possesso dell’Agenzia delle Entrate. Ma come funziona il […]

Leggi Tutto...